chimica-in-cifre

L'INDUSTRIA CHIMICA IN CIFRE

Dati e analisi per conoscere meglio l'industria chimica

L'obiettivo è rendere disponibili, in modo semplice, le informazioni necessarie per la comprensione delle problematiche dell'industria chimica, del suo ruolo e dei suoi trend evolutivi nel mondo e in Italia. Ogni sezione tratta un argomento specifico accompagnando al testo alcune tavole.

Numerose opportunità occupazionali per i laureati chimici


I percorsi di istruzione in discipline chimiche offrono solide opportunità di lavoro e attraggono sempre più giovani.

Dopo il calo degli anni Duemila, dal 2007 l’offerta di laureati mostra un sostanziale recupero, anche grazie al contributo dei laureati triennali.

A 3 anni dalla laurea lavora il 90% dei chimici e il 93% degli ingegneri chimici, quote significativamente superiori rispetto alla generalità dei corsi di laurea.

Anche gli ITS – corsi di formazione post-diploma di due anni altamente professionalizzanti e ad elevato contenuto tecnologico e innovativo – rappresentano un’interessante opportunità. Grazie alla stretta collaborazione con il mondo delle imprese, cui è affidata circa la metà delle ore di docenza, l’82% dei diplomati ITS trova un impiego qualificato non appena terminato il percorso di studi.


Diapositiva 6.10Diapositiva 6.11

Il settore chimico e farmaceutico rappresenta il principale sbocco professionale per i laureati in discipline chimiche (45% del totale), testimoniando così il rapporto per certi versi unico e privilegiato tra questa industria e la sua scienza.

Esistono, però, svariate possibilità di impiego anche negli altri settori industriali (24%), che utilizzano prodotti e tecnologie chimiche, così come nei servizi privati (20%), che spesso fungono da fornitori specializzati della stessa industria chimica. Anche il settore pubblico (10%) offre diversi sbocchi lavorativi, tanto nella ricerca e nell’insegnamento quanto negli enti volti alla tutela della sicurezza e dell’ambiente (quali ASL, ARPA, etc).

Per facilitare le opportunità di ingresso nel mondo del lavoro, è importante la rispondenza della formazione alle esigenze delle imprese. In Italia esiste una rilevante presenza di imprese attive nella formulazione chimica, pari al 51% del valore della produzione. Alla luce delle significative possibilità di impiego, è importante che gli insegnamenti universitari valorizzino non solo la chimica di sintesi, ma anche quella delle formulazioni.

Diapositiva 6.12Diapositiva 6.13