sabato 20 dicembre 2014 
chimica e oltre web magazine
  • Puccioni alla UE: regole semplici e chiare

    “La Chimica – ha affermato il Presidente di Federchimica Cesare Puccioni - per la sua natura vive di regolamentazione e questa deve essere semplice, chiara e stabile”. E' stato l'appello lanciato durante l'incontro organizzato a Bruxelles il 5 novembre scorso al Parlamento europeo, che ha visto la presenza anche dei due Vice Presidenti italiani e del Presidente della Commissione Ambiente, Salute pubblica e Sicurezza alimentare ...

     

  • Una mostra per scoprire la scienza che è dietro (e dentro) al cibo

    Il 28 Novembre è stata inaugurata a Milano, presso il Museo di storia naturale, la mostra Food | La scienza dai semi al piatto. Con la curatela dal chimico e divulgatore scientifico Dario Bressanini, la mostra ha lo scopo di mostrare la scienza che è dietro (e dentro) al cibo. Di che colore sono le carote? E' meglio lo zucchero bianco o quello di canna? Ecco qualche piccola chicca su cibo, cucina e salute...

     

  • Auto a gas, il green made in Italy che fa bene ad ambiente e occupazione

    La mobilità sostenibile è uno dei cardini della green economy. Il miliardo di veicoli che circolano nel mondo è responsabile infatti dei consumi del 28% di energia e di un quarto delle emissioni di CO2. Esiste però una soluzione tecnologica alternativa che può aiutare la transizione verso l’auto a emissioni zero: si tratta dell’auto a gas...

     

  • Salute in rete: è online semplicementesalute.it

    Assosalute, l'Associazione nazionale farmaci di automedicazione, lancia un nuovo portale, facile da navigare, semplice nella lettura e affidabile nei contenuti. Schede sui disturbi approvate dai medici di medicina generale, interventi di specialisti e farmacisti e curiosità sul mondo della salute e dell’automedicazione responsabile...

     

  • 2015, Anno Internazionale dei suoli

    Un intero anno, il 2015, per parlare del prezioso ruolo svolto dal suolo per la salvaguardia della salute del Pianeta, la sicurezza alimentare e la lotta alla povertà nel mondo. Assofertilizzanti, l'Associazione nazionale produttori di fertilizzanti che fa parte di Federchimica, ribadisce il ruolo essenziale svolto dai fertilizzanti in agricoltura, per contribuire alla salvaguardia del suolo e alla sua gestione sostenibile...

     

  • Pubblicato il bilancio di sostenibilità della chimica europea

    L'impegno da parte dell'industria chimica a livello europeo, è ben evidente attraverso bilancio di sostenibilità pubblicato dal Cefic (il Consiglio europeo dell'industria chimica). Il documento "Teaming up fo a sustainable europe" rappresenta l'impegno al più alto livello dell'industria chimica europea. La chimica europea dimostra, in questo modo, che possiede non solo la capacità...

     

  • Progettato in Italia un peptide per combattere i tumori

    Una piccola molecola sintetizzata nei laboratori dell'Istituto Regina Elena (Ire) di Roma, potrebbe rappresentare in futuro una nuova e potente strategia antitumorale. Come descritto sulle pagine del Journal of American Chemical Society, il peptide è infatti in grado di interrompere i segnali cellulari che attivano l'attività tumorale...

     

  • GNL risorsa strategica per lo sviluppo sostenibile del Paese

    "Siamo pronti a investire nel Gas Naturale Liquido (GNL) perché da tempo abbiamo colto le potenzialità di questo prodotto" - ha dichiarato Francesco Franchi, Presidente di Assogasliquidi, Associazione di Federchimica che rappresenta il settore GPL e GNL, al convegno "GNL, opportunità e nuovi utilizzi". "Serve una normativa e una fiscalità certa per essere competitivi e risollevare le sorti del sistema industriale italiano"...

     

  • Gpl: elemento irrinunciabile per la Green Economy

    Per sviluppare una green economy nel nostro Paese occorre rafforzare le misure per una mobilità sostenibile a sostegno delle auto a gas e a Gpl. In Italia il parco auto italiano è ancora principalmente costituito da auto vecchie e inquinanti. Occorre ridurre il costo e il peso ambientale dell'auto di proprietà a sostegno di un'alta qualità dell'aria anche in vista degli obiettivi che l'Europa si pone per il 2030 (riduzione delle emissioni del 40%)...

     

  • Sicurezza alimentare: premiato l'impegno delle industrie di agrofarmaci

    I risultati del Programma Nazionale di Controllo sui residui di prodotti fitosanitari portato avanti da Agrofarma, confermano, negli alimenti vegetali, gli alti standard di sicurezza alimentare perseguiti nel nostro Paese. I prodotti ortofrutticoli che presentano un residuo di agrofarmaci oltre il limite consentito sono calati di 10 volte in 10 anni. Secondo i dati del Ministero della Salute i prodotti ortofrutticoli infatti...

     

  • Farmaci: le regole di Assosalute per l'uso in età pediatrica

    Quello relativo l’utilizzo dei farmaci in età pediatrica è un problema oramai consolidato nel panorama italiano sul quale Fimp ed Assosalute stanno provando a fare chiarezza. Per evitare errori, specialmente derivati dall’utilizzo improprio di internet in crescita ma ancora non ottimizzato come strumento in tale ambito, Assosalute ha redatto delle semplici regole da seguire per l’utilizzo di farmaci in età pediatrica...

     

  • Un futuro senza chimica è impensabile per ambiente, economia e società

    20 anni di impegno costante nel segno della sostenibilità, coronato da continui successi sul fronte ambientale, sociale, economico: questo il quadro che emerge dai dati dell’edizione 2014 del Rapporto Responsible Care, il Programma volontario mondiale che l'industria chimica promuove per tutelare la sicurezza e la salute di lavoratori, consumatori e dell’ambiente, nell'ambito più generale della responsabilità sociale delle imprese...

     

  • #SiamoSicuri, online la campagna video sulla sicurezza alimentare

    GIORNATA MONDIALE DELL'ALIMENTAZIONE - I cibi che arrivano tutti i giorni sulle nostre tavole sono sicuri? È questa la domanda che pone Agrofarma, in occasione della Giornata Mondiale dell’Alimentazione, promuovendo la sua campagna di sensibilizzazione sul tema della sicurezza alimentare. Attraverso un breve filmato che ha come protagonisti persone comuni e personalità scientifiche...

     

  • Al via il Salone sul cibo sicuro e l'innovazione agroalimentare

    GIORNATA MONDIALE DELL'ALIMENTAZIONE - Dal 15 al 17 ottobre, nell'ambito degli eventi per Expo 2015 e in concomitanza con la Giornata Mondiale dell’Alimentazione, prende il via a Milano, Roma e Napoli la terza edizione del Salone Internazionale della Ricerca, Innovazione e Sicurezza Alimentare. Pre parlare di Food safety, food security e filiera agroalimentare...

     

  • Farmaci in vacanza: è bene viaggiare sicuri

    Non fa differenza se al mare, in montagna, all’estero o in città, per evitare i possibili imprevisti occorre trovare un po' di spazio in valigia per un kit di automedicazione “salva-vacanze”. I farmaci da portare in vacanza per curare i piccoli malesseri sono appunto quelli di automedicazione o da banco riconoscibili dal bollino rosso che sorride e acquistabili senza ricetta medica perché nel loro impiego ...

     

  • Sbalzi di temperatura? Consigli per sopravvivere al meteo variabile

    Durante la stagione estiva, con l’arrivo delle alte temperature soprattutto nelle grandi città, il clima delle abitazioni sale notevolmente, causando sensazione di malessere nelle persone più a rischio come anziani, malati cronici, bambini molto piccoli, donne in gravidanza. Ma anche i continui temporali che caratterizzano questa estate possono contribuire ad accentuare alcuni malanni...

     

  • L'industria chimica è la più attenta ai rischi ambientali

    Quando si tratta di rischi ambientali, le più attente sono le aziende chimiche. Le imprese ad alto rischio, in particolare del settore chimico, sono quelle che stanno lavorando di più per limitare il proprio impatto sull'ambiente. È quanto emerge da un'indagine su oltre 3.500 professionisti provenienti da imprese di settori diversi in Europa, Nord America, Centro e Sud America e Asia...

     

  • OGM: per Assobiotec no alla nazionalizzaione

    Secco no di Assobiotec alla notizia dell’accordo raggiunto all’interno del Consiglio dei Ministri europeo sul cosiddetto principio di "nazionalizzazione", in base al quale i membri dell'Unione che lo desiderano possono non consentire di mettere in campo coltivazioni OGM, anche quando approvate a livello comunitario. "Siamo di fronte ad un accordo assurdo - commenta Alessandro Sidoli Presidente di Assobiotec ...

     

  • Sicurezza sul lavoro: al via il 'Premio Imprese per la Sicurezza 2014'

    Al via la III° edizione del “Premio Imprese per la Sicurezza”, promossa da Confindustria e INAIL per la diffusione della cultura della sicurezza sul lavoro. Obiettivo: creare cultura di impresa in tema di salute e sicurezza e di diffondere le prassi migliori, premiando le imprese che si distinguono per l’impegno concreto in materia di salute e sicurezza e per i risultati gestionali conseguiti nell'ottica del miglioramento continuo...

     

  • Green Week: Energ-Ice di Federchimica tra i migliori progetti UE

    In occasione della Green Week 2014, la conferenza annuale dedicata alla politica ambientale europea (a Bruxelles dal 3 al 5 giugno) il progetto Energ-ICE, completato nel marzo dell’anno scorso, è stato selezionato come uno dei sei progetti “Best of the Best”. Il progetto, di cui Federchimica è partner, punta a ridurre l’impatto ambientale di frigoriferi, congelatori ed altre macchine del freddo energivore...

     

  • Missione possibile, aiutare gli umani a salvare la Terra

    Green Week: PlasticsEurope in collaborazione con Wastebuster, una associazione benefica del Regno Unito, intende sensibilizzare i bambini europei sulle attuali sfide ambientali, su come utilizzare le risorse disponibili sviluppando comportamenti adeguati per un futuro sostenibile...

     

  • I fertilizzanti si impegnano contro i cambiamenti climatici

    Giornata Mondiale dell'Ambiente: riduzione delle emissioni di gas serra e cambiamenti climatici sono due dei temi oggi sempre più presenti nell’agenda del nostro settore; per questo, per essere più competitivi e ragionare, allo stesso tempo, in un’ottica di innovazione e sicurezza, dobbiamo sforzarci di operare con i più alti standard a favore della sostenibilità ambientale. Proprio in quest’ottica s’inserisce il Cool Farm Tool (CFT), uno strumento promosso in Europa ...

     

  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4
  5. 5
  6. 6
  7. Pagina successiva
Utilità
RC orizzontale Servizio Emergenza Trasporti logo taceclogo centro reachLogo Nanoforce logo energ ice Logo Giornata SSA  Faschim    www.chimicaunabuonascelta.it  SITO WLACHIMICA   
Altri link
 
 
 

E tanta altra chimica per la nostra vita


Materiali colorati e moderni per le nostre case  

Per rivestire i nostri bagni, le nostre cucine e in generale le nostre abitazioni con ceramica colorata, gli smalti sono indispensabili.
A tutt’oggi, l’Italia è ancora vista come un riferimento per la produzione di piastrelle di qualità e per la notevole capacità di innovazione dettata dall’elevata creatività e gusto che ci contraddistinguono a livello mondiale.
Pochi però sono a conoscenza di quale sia la filiera che porta alla produzione di tali manufatti. Il comparto dei colorifici ceramici, costituisce, insieme ai costruttori di macchinari e ai produttori di piastrelle, il terzo attore necessario alla creazione di piastrelle da pavimento e rivestimento.
I colorifici forniscono il vero valore aggiunto che permette al prodotto italiano di eccellere su tutti i mercati mondiali grazie a una sofisticata ricerca nell'applicazione dello smalto riveste un ruolo fondamentale per la ceramica.
Nuovi materiali, design attrattivo e nuove soluzioni per il privato o la comunità significano benessere. A fianco dei prodotti utilizzati nelle abitazioni (che ci permettono di vivere un ambiente più accogliente, sicuro e salubre) ci sono numerosi esempi di applicazioni particolari. Ad esempio in cliniche e ospedali, centri sportivi e stabilimenti industriali dove le condizioni di igiene e sicurezza costituiscono una priorità assoluta.
In Italia, i produttori di smalti per ceramica sono rappresentati da Ceramicolor.

 

Un terrazzo sempre fiorito

L’acqua corrente non è sufficiente a nutrire le piante coltivate nei nostri appartamenti, balconi, giardini e orti, occorre fornire loro degli elementi nutritivi in più.
Oggi grazie alla chimica per la fertilizzazione anche chi non ha il “pollice verde” ha comunque a disposizione una vasta gamma di formulati con composizione universale o specifica per soddisfare i bisogni nutritivi di tutte le nostre piante coltivate. I concimi sono in forma liquida, polvere solubile, granulare e in compresse e per qualsiasi esigenza di applicazione.
I concimi sono ormai disponibili anche nei supermercati e comprendono varie specialità, tra cui lucidanti, conservanti per fiori recisi, intensificatori di colore ed anche soluzioni originali studiate per migliorare il lato pratico ed estetico di piante e fiori. Vi sono inoltre prodotti per risolvere esigenze specifiche come la cura di ingiallimenti con rinverdenti, la coltivazione di piante in idrocoltura, l'aumento della fioritura e la cura delle piante debilitate.
I fertilizzanti sono prodotti in Italia dalle aziende associate ad Assofertilizzanti.

 

Il GPL, una risorsa importante 

Il GPL è un prodotto con cui abbiamo a che fare più di quanto immaginiamo: quando stiamo cucinando, quando ci stiamo riscaldando, quando andiamo al lavoro in auto, quando andiamo in campeggio, quando in inverno prediamo un caffè in un bar all’aperto di fianco ad un “fungo” per esterno, quando usiamo un prodotto spray o anche quando andiamo in barca. Questa ecletticità di utilizzo è possibile grazie ad una grande disponibilità di prodotto e ad una sua facile lavorazione da cui deriva anche un costo molto contenuto. Le imprese che distribuiscono GPL sia per un suo utilizzo nell’autotrazione sia nella combustione sono rappresentate da Assogasliquidi.
L’associazione si occupa di tutelare sia il cittadino e sia le aziende associate dal punto di vista della sicurezza e normativo affinché l’utilizzo quotidiano di questo prodotto possa essere sempre sicuro ed efficiente.

 

Un divano, una camicia e un paio di jeans...

Morbidezza, sensazione di leggerezza, delicatezza e scorrevolezza del tessuto, elasticità, resistenza ad agenti esterni o alle alte temperature. Sono queste le prestazioni che oggi pretendiamo dai nostri indumenti, dalle tende di casa, dalla biancheria o da qualsiasi altra applicazione tessile. In passato, senza l’impiego di specifici additivi e ausiliari, i tessuti si sporcavano più facilmente ed erano difficili da lavare, le colorazioni e i trattamenti estetici erano molto elementari e prestazioni oggi considerate banali, come ad esempio l’idro-repellenza, erano molto limitate. Per rispondere alle attese di oggi, solo pochi anni fa eravamo costretti all'utilizzo di fibre pregiate e molto costose. Gli additivi per il settore tessile sono innumerevoli in quanto utilizzati in tutta la filiera dalle prime fasi di filatura delle fibre fino ai finissaggi più sofisticati; ad esempio gli additivi siliconici servono a per conferire proprietà scivolanti e impermeabilizzanti oltre a tutti gli additivi che danno una sensazione di morbidezza. Anche la loro qualità è fondamentale: se di scarsa qualità, in pochi lavaggi si potrebbero disperdere, compromettendo sia la prestazione conferita al particolare tessuto, sia la sicurezza dell’ambiente che ci circonda. Attualmente in Italia le produzioni di additivi hanno un impatto ambientale contenuto e strettamente monitorato. Le imprese del comparto sono rappresentate dal Gruppo Additivi e Ausiliari di AISPEC.

 

La chimica per cuoio e pellame

I pellami possono avere i più svariati impieghi: possono essere utilizzati per la produzione di calzature, di capi di abbigliamento e pelletteria, per l’arredamento e per l’auto. Pertanto devono rispondere ad una serie di prestazioni che garantiscano qualità e sicurezza. Nel trattamento della pelle, in assenza di specifici ausiliari chimici oppure di dubbia qualità, il pellame stesso risulterebbe scadente e poco si presterebbe al normale utilizzo quotidiano.
La concia delle pelli risale alla preistoria, quando l’uomo conciava le pelli degli animali che cacciava con sostanze provenienti dal mondo vegetale (la corteccia e le bacche delle piante) ed animale (il grasso e l’olio). Negli anni la chimica è entrata con un ruolo sempre maggiore nei processi di concia e il grande balzo in avanti risale agli inizi del secolo scorso quando le più importanti aziende chimiche europee, stimolate dalla scarsità di materie prime di origine vegetale/animale, hanno dovuto cercare soluzioni alternative a partire dalla sintesi di derivati del petrolio.
Nel ciclo di lavorazione dalla pelle grezza a quella finita vengono impiegate diverse famiglie di ausiliari chimici, caratterizzati da diversa natura chimica, mirati all’ottenimento di determinate proprietà del prodotto pelle. Alcuni di essi servono all’eliminazione dalla pelle grezza di sostanze indesiderate, altri ancora al conferimento di specifiche proprietà di resistenza al calore, di durabilità nell’uso, di morbidezza, di idrorepellenza, di brillantezza tintoriale, pienezza e compatezza della struttura del pellame.
Gli ausiliari chimici di ultima generazione hanno un limitato impatto ambientale in accordo con le normative internazionali. Nella maggior parte dei casi oggi si impiegano molecole a buona biodegradabilità e in totale sicurezza.
Il Gruppo Additivi e Ausiliari di AISPEC è l’organo confindustriale di rappresentanza delle imprese del settore.

 

Riviste illustrate e cibi sempre freschi

Oggi chiediamo alla carta molto di più delle prestazioni e delle caratteristiche offerte da un semplice foglio di quaderno. In particolare ci riferiamo agli utilizzi per uso alimentare (imballi e confezioni) e alle carte patinate con le quali vengono stampate riviste e libri illustrati. La carta delle riviste patinate e dei libri fotografici o illustrati è frutto di un sofisticato trattamento che le conferisce lucentezza e dona nitidezza alle immagini.
Le sostanze chimiche utilizzate nel trattamento della carta sono principalmente lattici, pigmenti inorganici e sbiancanti ottici. Più le pubblicazioni sono prestigiose più i trattamenti della carta sono sofisticati conferendole, oltre che bellezza e piacevolezza al tatto, anche resistenza nel tempo. I risultati che si possono ottenere sotto l’aspetto estetico sono sorprendenti persino sulle carte riciclate.
Soprattutto la carta per uso alimentare deve avere alcune imprescindibili caratteristiche: proteggere il cibo, creare una barriera verso i grassi, l’acqua, il vapore acqueo, isolare dall’umidità, deve poi avere una notevole resistenza meccanica e, non meno importante, offrire una valida base per la stampa e la comunicazione del prodotto.
Tutti gli imballaggi oggi vengono progettati per non cedere nessuna sostanza agli alimenti contenuti. Gli additivi per il trattamento della carta in commercio in Italia sono testati e certificati per uso alimentare. La produzione degli additivi destinati a questi scopi, rappresentata in Italia dalle aziende associate ad AISPEC, deve rientrare nella generalità delle severe norme sulla sicurezza chimica di materiali a contatto con alimenti. Rispetto al passato si sono fatti grandi passi avanti per l'igiene dei cibi, per il trasporto in sicurezza e per lo stoccaggio. Si pensi ad esempio che un tempo si avvolgeva la carne in carta paglia in condizioni igieniche molto scadenti. La carta ha inoltre la proprietà di essere riciclata. In Italia si ricicla oltre il 50% della carta, compresa la carta da packaging poiché gli additivi chimici usati sono tali da permetterne il riciclo.  

 

Come bere un bicchiere d’acqua

Il trattamento delle acque per la loro potabilizzazione ha un’importanza fondamentale per la nostra vita quotidiana. L’acqua è infatti presente in ogni ciclo produttivo sia biologico che industriale e deve essere salvaguardata per mantenere le sue essenziali caratteristiche.
In passato l’acqua utilizzata nei cicli industriali veniva rilasciata senza essere minimamente depurata, e dando spesso luogo a contaminazioni ambientali. Solo dagli anni '60 si è diffusa nel nostro Paese la cultura a favore del trattamento delle acque.
Oggi, attraverso il trattamento delle acque, ottenuto per mezzo di particolari additivi e ausiliari chimici, l’acqua può essere utilizzata per le produzioni e poi essere immessa nell’ambiente in modo da risultare incomparabilmente più sicura e pulita rispetto al passato. Il processo di depurazione delle acque è estremamente articolato e vede l’intervento di numerose sostanze chimiche dai nomi complessi (cloruro ferrico o policloruro di alluminio, piuttosto che polielettroliti e copolimeri a base di acrilammide).
Dopo un primo trattamento di depurazione grazie a queste sostanze, le acque possono essere riutilizzate in maniera del tutto sicura, magari non ancora bevute, ma sicuramente potranno irrigare colture e campi. Per poter bere l’acqua dopo tale ciclo è necessario disinfettarla profondamente e qui interviene nuovamente la chimica con l’ipoclorito di sodio o con il biossido di cloro. Produrre polimeri di tali potenzialità ed efficacia non può che essere complicato, i processi produttivi sono complessi ed è necessaria la migliore tecnologia le aziende attive in questo settore sono rappresentate da AISPEC.