Chimica & oltre. Webmagazine di FEDERCHIMICA

LE SEZIONILE SEZIONI

IN AGENDA

  1. Presentazione Progetto europeo "IN REACH"

    Evento di presentazione del Progetto europeo "LIFE 13 ENV/IT/00849 inREACh: protecting health and environment by streamlining REACH compliance check at European Economic Area import stage", con la partecipazione di esperti e referenti di soggetti Pubblici ed Associazioni di Settore.

    Parte pubblica

    09:30 Apertura lavori
    09:40 Introduzione al progetto
    10:20 Il quadro nazionale
    11:20 Q&A
    11:40 La Supply Chain, i controlli, le Critical Issues
    12:20 Il punto di vista delle imprese e dei consumatori
    13:00 Q&A

    13:15 light lunch + networking

    Parte Privata

    14:30 - 16:00 Tavola Rotonda: 25 “Critical Issues impacting REACH Regulation implementation” 5 per ognuna delle tematiche:
    1. Normativa (Regionale, Nazionale, Europea, Mondiale)
    2. Procedure e tecnologie (Workflows, ICT, Web Services, Databases, Saas, legacy systems, etc.)
    3. Science (Definizione di Protocolli di Campionamento standardizzati per le analisi REACH)
    4. Trasporti e Logistica (Impatti di REACH/CLP sulla Supply Chain)
    5. Science-Politics integration (Capacity Building, Formazione e Training)
    16:00 - 16:15 Coffee Break
    16:15 Definizione della RoadMap per superare le 25 Critical Issues
    18:00 Conclusione lavori

    La partecipazione al convegno è soggetta alla disponibilità di posti. Le iscrizioni saranno accettate in ordine cronologico fino al raggiungimento dei posti disponibili per permettere all’organizzazione di gestire al meglio l’evento. Confema la tua adesione su www.inreachproject.eu

     

  2. 2° Conferenza Chimica Sostenibile

    La Conferenza sarà l'occasione per rilanciare, con il contributo di ospiti internazionali, la Piattaforma Tecnologica Nazionale per la Chimica Sostenibile "SusChem Italy".

    Verrà presentato inoltre la "3° Edizione dell’Annuario della Ricerca per la Chimica Sostenibile”, in cui sono descritte le attività di Ricerca & Sviluppo per la sostenibilità di alcune imprese associate. L’Annuario è stato creato per rispondere a eventuali richieste di Ministeri, e per comprendere quali attività di R&S le imprese associate pianificano, direttamente e in partnership con Istituzioni scientifiche, per migliorare la propria sostenibilità in Italia.

    La Conferenza desidera creare spunti di riflessione per collaborazioni, anche col mondo della ricerca pubblica, per progetti congiunti rivolti alla sostenibilità.

    Scarica il Programma

  3. The 21st International Workshop of T.A.C.E.C. Programme

    The Critical Raw Materials

    European Union is dedicating deep analysis and is adopting public policy to manage of the issues of the Critical Raw Materials and it is supplying the innovation to generate business opportunities. In particularly, the “Rare Earths” (REE) are subjected to decisions from non EU Countries and threatened on the long term supply. So that Federchimica too is committed to study the 40 Critical Raw Materials markets and to support the Chemical Companies on how to negotiate, to refine, to use, to substitute them. To remember how the Rare Earths are important for the Manufacturing Industries in Italy, the main applications are:
    Energy (engines of wind turbine; batteries and light sources; magnetic refrigeration; oil cracking catalysts),
    Transport (catalytic converters; hybrid vehicles; air engines),
    High-tech-Nanotechnology (Magnets; LCD panel displays; MP3 players; Lasers; glasses; ceramics),
    Agriculture  (feed additives). 

     "VISUALIZZA PROGRAMMA"

  4. Orientagiovani - Viaggio nel magico mondo della chimica

    Giornata destinata alle classi terze delle Scuole Secondarie di primo Grado, per approfondire, scoprire e comprendere, in modo divertente e coinvolgente, che cos’è davvero la chimica e che ruolo gioca per la qualità della vita.

    L'incontro si svolgerà dalle 10.00 alle 12.00. 

    Le iscrizioni delle Scuole saranno accolte in ordine di arrivo, compatibilmente con le esigenze organizzative delle manifestazioni (capienza massima delle sale, eventi a “numero chiuso” etc.).

    Per il pieno successo degli incontri si raccomanda alle Scuole la massima cura nella selezione della propria delegazione studentesca (massimo 50 studenti), sia al punto di vista dell’interesse degli studenti per i temi orientativi trattati (si raccomanda, al riguardo, la composizione di delegazioni inter-classe), sia per quanto riguarda i necessari aspetti di disciplina e buona condotta. E’ raccomandata la massima puntualità.

    POSTI ESAURITI

     

  5. Formazione RLSSA - Modulo di 40 ore - Novembre 2014

    Formazione RLSSA - Modulo formativo di 40 ore per introduzione al ruolo di Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza, la Salute e l'Ambiente - Milano, dal 24 al 28 novembre 2014.

    A partire dal 2000, tra la Sezione Ambiente dell’Osservatorio Nazionale e l’Organismo Paritetico Provinciale di Milano, è stato convenuto di avviare una collaborazione riguardo l’attività di formazione dei Rappresentanti dei lavoratori per la Sicurezza, Salute e Ambiente (RLSSA) secondo quanto previsto dalla normativa contrattuale e dal D.Lgs. n. 81/2008.

    Tale collaborazione consente di organizzare nell’area milanese corsi di formazione dedicati ai lavoratori delle Imprese che applicano il Contratto collettivo nazionale per l’industria chimica, chimico-farmaceutica, delle fibre chimiche e dei settori abrasivi, lubrificanti e GPL tenendo conto delle caratteristiche peculiari delle stesse in materia di sicurezza.

    Il corso, che si svolge a Milano, è articolato in 5 giornate, con una durata complessiva di 40 ore durante le quali sono approfonditi:
    • ruolo e funzioni dell’RLSSA;
    • norme di legge e contrattuali;
    • elementi di teoria della comunicazione.

    Particolare attenzione è dedicata alle norme del CCNL relative ai soggetti coinvolti ed alle modalità di gestione della Sicurezza, della Salute e tutela dell’Ambiente a livello aziendale, con l’intervento di rappresentanti delle Parti sociali settoriali.

    Il dettaglio dei contenuti, le modalità di svolgimento e la sede del corso sono riportati nel programma.

    Il costo per partecipante è di 581,00 euro + IVA nel caso di Imprese associate e di 727,00 euro + IVA per quelle non associate.

    Per l’iscrizione dei lavoratori al corso procedere direttamente seguendo le istruzioni contenute nel programma.

    Si ricorda, inoltre, che, proprio al fine di agevolare la programmazione e l’aggiornamento dell’attività formativa congiunta destinata ai Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza, Salute e Ambiente, dal marzo 2010 è attiva l’Anagrafe nazionale RLSSA – www.anagraferlssa.it – realizzata nell’ambito dell’Organismo Bilaterale Chimico per la formazione continua (cfr. circolare IND n. 46 del 16 marzo 2010).
    Per aderire all’iniziativa è sufficiente farne richiesta a ind@federchimica.it, indicando il Referente aziendale a cui inviare le credenziali di accesso.

     

> Visualizza il calendario
Torna a Web Magazine

Responsible Care, nonostante la crisi cresce impegno imprese

11 ott 2010

Un anno di crisi vissuto responsabilmente: i dati del bilancio ambientale dell’industria chimica nel 2009 mostrano che la crisi non ha intaccato l’impegno del settore a favore dello sviluppo sostenibile.
I dati del Rapporto Responsible Care, presentati da Federchimica mostrano che le imprese aderenti a RC, a fronte di un calo della produzione del 16,2% nel 2009, hanno aumentato dello 0,5% le spese a favore della salute e sicurezza dei lavoratori e dell’ambiente.
L’Industria Chimica nel suo complesso in Italia ha speso 1.300 Milioni di € con un’incidenza del 2,8% sul fatturato (il 3,5% per le imprese aderenti a Responsible Care).
In tempi di crisi una valutazione corretta degli sforzi profusi a favore della sostenibilità deve basarsi su indicatori stabili, non legati agli andamenti di produzione: anche in questo caso, le imprese di Responbile Care danno risposte convincenti.

“I sacrifici che le imprese aderenti a Responsible Care hanno dovuto affrontare per resistere alla crisi non hanno intaccato le risorse destinate alla sostenibilità. Non era scontato,  ed è certamente un segnale di quanto la responsabilità socio–ambientale sia parte integrante dei valori e dei comportamenti del nostro settore” ha sottolineato Giorgio Squinzi, Presidente di Federchimica.

Nel 2009, 123 siti delle Imprese aderenti a RC hanno ottenuto la certificazione dei sistemi di gestione della sicurezza secondo lo standard OHSAS (Occupational Health and Safety Assessment Scheme) 18001. Si tratta  del 91,1% di quelle ottenute dall’Industria Chimica, il 73% in più rispetto al 2008.
E’ una dimostrazione del dato che da anni vede l’industria chimica al vertice della classifica dei settori manifatturieri nei quali è più sicuro lavorare, una performance che si conferma anche nel 2009.
“Non abbiamo commesso e certo non commetteremo l’errore di adagiarci su questi indicatori, positivi ormai da anni – ha proseguito Squinzi.
“L’obiettivo che continueremo a perseguire resta quello di ‘zero infortuni’. Per questo rinnoviamo la nostra disponibilità ad avviare con INAIL, con cui già dal 2006 abbiamo sottoscritto un Accordo,  un lavoro congiunto per costruire e diffondere buone pratiche di gestione della sicurezza dei lavori in appalto negli stabilimenti chimici”.
“Del resto da sempre Federchimica e le sue imprese hanno messo la sicurezza al centro delle nostre strategie, come dimostra il nostro Contratto Nazionale, che nell’ultimo rinnovo inserisce un capitolo specificamente dedicato alla Responsabilità Sociale d’Impresa. E’ la prima volta che questo accade in Italia”.
Non mancano le buone notizie anche sul fronte emissioni.
L’Industria Chimica non solo ha ampliamente raggiunto gli obiettivi del Protocollo di Kyoto, ma è anche già abbondantemente in linea con i livelli fissati dall’Unione Europea al 2020, con il noto obiettivo del 20-20-20.

“Rispetto al 1990, le nostre imprese hanno ridotto le emissioni di gas serra del 56,6%. E’ un dato straordinario – ha dichiarato Marco Macciò, Presidente della Commissione Responsible Care – che conferma il nostro cammino virtuoso verso lo sviluppo sostenibile”.

Alla presentazione del 16esimo rapporto Responsible Care hanno partecipato tra gli altri Raffaello Vignali, Vice Presidente della Commissione Attività Produttive, Camera dei Deputati, e Alessandro Crisci, Dirigente Regionale Lombardia INAIL.

Immagine ©: Fotolia

 

Periodico on line di Federchimica, Federazione Nazionale dell'Industria Chimica
registrazione del Tribunale di Milano n. 243 del 17/04/08
Direttore: Claudio Benedetti
Editore: Federchimica
Sede Redazione: Via Giovanni Da Procida, 11 20149 Milano