Chimica & oltre. Webmagazine di FEDERCHIMICA

LE SEZIONILE SEZIONI

IN AGENDA

  1. Workshop "Salute e Sicurezza nei Luoghi di Lavoro"

    Workshop "Salute e Sicurezzza nei Luoghi di Lavoro: novità e strumenti per la corretta gestione"

    Federchimica, nell'ambito delle attività del Comitato Igiene Industriale, ha organizzato il presente Workshop con l’obiettivo di offrire alle imprese associate strumenti, informazioni e novità che possano divenire utili indicazioni volte alla tutela della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.
    A tal fine, il Workshop sarà suddiviso in due sessioni durante le quali saranno affrontate, nella prima, le principali ricadute di REACH e CLP sul D.Lgs. 81/2008 anche dal punto di vista dell’Autorità e le forti ripercussioni sull’attività lavorativa dovute alla riclassificazione della Formaldeide e, nella seconda, gli aggiornamenti relativi alla prevenzione incendi, la presentazione delle indicazioni operative di Federchimica sulla gestione del Rischio Chimico e dei lavori realizzati in ambienti confinati o sospetti di inquinamento e, infine, il tool «Programma Observer» messo a punto per la registrazione dei Quasi Incidenti.

    Il Workshop è indirizzato a Datori di Lavoro, Dirigenti della Sicurezza, Responsabili e Addetti al Servizio di Protezione e Prevenzione, Medici Competenti e Gestori di Impianti.

     

    La partecipazione al Workshop è riservata alle imprese associate a Federchimica.

    Programma

  2. Il nuovo diritto dell'ambiente

    Il nuovo diritto dell'ambiente: le recenti riforme su danno ambientale, bonifiche e IED. Aspetti legali, tecnici e assicurativi.

    Partecipazione gratuita con iscrizione obbligatoria.

    Visualizza programma

  3. Corso Emergenza ambientale

    Corso Emergenza ambientale da inquinamento: "La gestione del Pronto Intervento e dell'Inquinamento Pregresso (EC68)".

    Disporre, all'interno della propria struttura, delle conoscenze essenziali per individuare le insidie della gestione di un'emergenza ambientale, significa possedere la capacità di rilevare direttamente, se e quando si debba ricorrere allo strumento dell'autodenuncia (Artt. 242-245 D.Lgs. 152/2006).

    Nelle primissime fasi dell'emergenza, il rischio che l'emotività condizioni negativamente le decisioni da prendere è elevato e cresce con l'impreparazione di colui che deve decidere e con il potenziale di impatto mediatico di tematiche quali appunto la tutela dell'ambiente.

    Un efficace contrasto al fenomeno "inquinamento" si ottiene solo attraverso il binomio tempestività-competenza. Scelte o interventi errati nella gestione dell'emergenza, possono produrre impatti economici negativi rilevanti sulla successiva fase di bonifica.

    Relativamente al Pronto Intervento in caso di inquinamento, il corso sviluppa le seguenti tematiche:

    - responsabilità (penali e civili) e procedure stabilite dalla normativa ambientale;

    - aspetti tecnici e gestionali dell'intervento di bonifica;

    - materiali, strumenti, tecniche e modalità operative nel pronto intervento;

    - prelievi e analisi in campo;

    - quali polizze per la copertura di questo tipo di rischio.

    Destinatari:

    Il corso si rivolge a: RSPP, ASPP, RLS, Tecnici aziendali coinvolti nelle tematiche Ambiente e Sicurezza; Responsabili dei Sistemi di Gestione Ambiente e Sicurezza; Consulenti in materia di Ambiente e Sicurezza. 

    Visualizza Programma

  4. Come combattere la povertà, nei Paesi in Via di Sviluppo

    1° Conferenza Nazionale su "Come combattere la povertà, nei Paesi in Via di Sviluppo, con tecnologie a basso impatto di CO2"
    La Conferenza si pone l'obiettivo di colmare il divario di conoscenze sulle diverse tecnologie ad oggi disponibili, al fine di presentare Progetti "Low Carbon" e soluzioni da adottare per combattere la povertà nei Paesi in via di sviluppo.
    Durante la Conferenza saranno presentate esperienze e tecnologie innovative utili per ridurre le emissioni di Gas Serra e per favorire la crescita economica e sociale delle aree in via di sviluppo.

    La Conferenza si terrà in occasione della Fiera Ecomondo.


  5. 5° Workshop Logistica

    5° Workshop della Logistica Chimica: "Aspetti della sicurezza in stabilimento: operazioni di carico e scarico e lavori in quota".

    Nell'ambito del Comitato Logistica di Federchimica opera il Gruppo di Lavoro "Best Practice" che si occupa di promuovere fra le Imprese del settore una logistica sostenibile e competitiva, attraverso l'applicazione delle tecnologie più efficienti e delle migliori buone pratiche industriali a livello europeo. In particolare, il Gruppo di Lavoro affronta la traduzione di linee guida elaborate in sede CEFIC, cercando anche di adattarle al tessuto industriale nazionale e alle legislazioni in vigore in Italia.

    Il Workshop è diviso in due sessioni, sulla traccia della linea guida che verrà presentata durante la giornata. La prima parte riguarda gli aspetti gestionali e organizzativi dell'Impresa, con un focus sulle normative applicabili al tema specifico del carico e scarico e dei lavori in quota, approfondito in collaborazione con il Comitato Affari Legali di Federchimica. La seconda parte entra nel merito tecnico delle procedure di carico e scarico per prodotti liquidi e gassosi in cisterna e degli aspetti da considerare per gestire in sicurezza i lavori in quota.

    Visualizza programma

  6. Federchimica partecipa ad Ecomondo

    Federchimica insieme a Aispec/Serchim, Aispec/Fonti Rinnovabili, Assocasa e PlasticsEurope Italia partecipa ad Ecomondo, la 18° fiera internazionale del recupero di materia ed energia e dello siluppo sostenibile.

    Visita il sito

    V. i convegni a cui è presente Federchimica

     

> Visualizza il calendario
Torna a Web Magazine

Pulizia sostenibile: seminario Assocasa per la Pubblica Amministrazione

17 mag 2010

Un efficace sistema di pulizia e di igiene che tenga conto degli aspetti legati alla sostenibilità è un fattore determinante nel controllo e nella prevenzione delle infezioni all’interno delle strutture sanitarie pubbliche e private.

È il messaggio di Assocasa - Associazione Nazionale Detergenti e Specialità per l’Industria e per la Casa che fa parte di Federchimica, al  ForumPA, la Mostra Convegno dell’Innovazione nelle Pubbliche Amministrazioni e nei Sistemi Territoriali, che si è aperta oggi alla Fiera di Roma (17-20 maggio 2010).
Secondo Assocasa il criterio della sostenibilità nella strutturazione delle gare d’appalto, così come negli acquisti diretti anche attraverso la scelta di prodotti sostenibili per la detergenza e la sanificazione, è un valore aggiunto, dimostrazione di serietà e qualità, e un’opportunità che consente il contenimento dei costi e un miglioramento continuo della qualità della vita.

“Le organizzazioni e le aziende che operano nel campo della salute devono essere in prima linea nell’avviare processi di miglioramento che tutelino l’ambiente, la salute e la sicurezza degli operatori che vi lavorano e dei cittadini che li frequentano – spiega Vincenzo Vitelli, Presidente di Assocasa – quando si parla d’igiene nel settore sanitario non è possibile scendere a compromessi: è necessario puntare sulla qualità per ottenere un altissimo livello di pulizia, senza tralasciare però gli aspetti legati al risparmio, alla sicurezza e all’ambiente.”

Il concetto di pulizia e sanificazione sostenibile è un tema di grande attualità, che sempre più spesso attira l’attenzione dell’opinione pubblica e dei mezzi di comunicazione, soprattutto quando si parla di qualità dell’assistenza nelle strutture pubbliche e private.
In Italia, ad esempio, su 9,5 milioni di ricoverati l'anno, 533 mila pazienti si ammalano per un'infezione contratta in ospedale, cui si aggiungono le infezioni correlate all’assistenza sanitaria e sociosanitaria dispensata nelle strutture extra-ospedaliere (residenze sanitarie assistite per anziani, assistenza domiciliare ed ambulatoriale). Oltre a rappresentare un danno per la salute pubblica, le infezioni rappresentano anche un costo rilevante per il Sistema Sanitario Nazionale su cui gravano, secondo le stime dell’Istituto Superiore di Sanità, per oltre 850 milioni di euro l’anno, pari a 3,730 milioni di giornate di degenza in più (fonte ISS 2005).

Per questo motivo il mondo della pulizia e sanificazione, rappresentato da Assocasa, trova oggi proprio nell'area sanitaria un luogo dove mettere in campo tutte le ricerche e le professionalità disponibili per ottenere i migliori risultati possibili, affinché si possano garantire adeguati livelli di igiene.

A questa esigenza, anche considerata l’evoluzione della legislazione nazionale ed europea in questa direzione, si affianca la necessità sempre più sentita nella Pubblica Amministrazione di porre maggiore attenzione agli aspetti legati alla sostenibilità.

 

“Nella scelta dei prodotti e dei servizi per la pulizia e la sanificazione è indispensabile tener conto delle valutazioni strettamente qualitative riferite agli standard di igiene richiesti, così come di una opportuna valutazione economica – sottolinea Vincenzo Vitelli - Oggi, con l’animarsi del dibattito sui temi legati al rispetto dell’ambiente e più in generale alla sostenibilità, è emersa la necessità di porre particolare attenzione anche su leve di scelta differenti, più orientate alla salvaguardia del pianeta.”

Sostenibilità non vuol dire solo rispetto per l’ambiente, ma anche maggiore attenzione alla sicurezza degli utilizzatori dei prodotti e degli operai delle fabbriche che li preparano, interessando non solo il contenimento dell’impatto ambientale del singolo prodotto ma anche di tutto il suo ciclo di vita: dalla scelta delle materie prime alla fase di produzione industriale, dall’utilizzo corretto e sicuro sino al suo smaltimento.

“I prodotti di aziende produttrici attente alle tematiche sostenibili rappresentano una garanzia sia in termini di sicurezza, sia in termini ambientali – chiarisce Enza Colagrosso di F.A.R.E. – Federazione delle Associazioni Regionali Economi e Provveditori della Sanità - Questo approccio verso una scelta più consapevole, anche se potrebbe sembrare più oneroso, porta nel lungo periodo indubbi vantaggi.”

Assocasa e la pulizia sostenibile
Assocasa vuol essere il punto di riferimento per le attività del settore detergenza e sanificazione volte alla promozione dello sviluppo e dell’innovazione, nel rispetto delle esigenze degli utilizzatori finali e dell’ambiente. In questo senso Assocasa, con le sue aziende associate, opera per diffondere informazioni e stimolare la consapevolezza sul corretto utilizzo di detergenti e affini nell’ambito domestico e di lavoro.
Assocasa è per questo impegnata:
• nel sensibilizzare il mondo delle aziende produttrici alla riduzione dell’impatto ambientale attraverso l’ottimizzazione dei processi di fabbricazione e dei prodotti finiti,
• nella tutela della salute e sicurezza dell’utilizzatore, che deve essere messo in grado di comprendere la natura, le funzioni e gli usi specifici di detersivi, detergenti e altri prodotti affini,
• nel dialogo con le Istituzioni, per la condivisione di questi principi.

Il Charter A.I.S.E.: uno strumento volontario per soddisfare il bisogno di Sostenibilità
Assocasa è da tempo impegnata sul fronte della Sostenibilità socio-ambientale, ricercando soluzioni concretamente praticabili che garantiscano, ben oltre il rispetto delle norme, la salvaguardia della salute, delle persone e dell’ambiente. Assocasa promuove il comportamento responsabile delle proprie aziende associate, che in modo volontario adottano pratiche sostenibili in tutti i loro processi produttivi, anche in ambito europeo.
Con A.I.S.E., l’Associazione internazionale dei produttori di saponi, detergenti e prodotti per la manutenzione, che unisce 37 Associazioni Nazionali in 42 Paesi, coinvolgendo oltre 900 aziende, Assocasa promuove il “Charter A.I.S.E. per una Pulizia Sostenibile”. Il Charter è un programma volontario attraverso il quale l’impresa adotta procedure di Sostenibilità del prodotto lungo tutto il suo ciclo di vita, dalla scelta delle materie prime alla produzione, dall’utilizzo corretto e sicuro fino allo smaltimento. Il Charter, infatti, tiene conto dei tre pilastri della Sostenibilità: operare secondo principi etici tutelando la salute, la sicurezza ed il benessere degli utilizzatori, ridurre l’impatto sull’ambiente, assicurare nel contempo lo  sviluppo economico dell’Impresa. 

Periodico on line di Federchimica, Federazione Nazionale dell'Industria Chimica
registrazione del Tribunale di Milano n. 243 del 17/04/08
Direttore: Claudio Benedetti
Editore: Federchimica
Sede Redazione: Via Giovanni Da Procida, 11 20149 Milano