Chimica & oltre. Webmagazine di FEDERCHIMICA

LE SEZIONILE SEZIONI

IN AGENDA

  1. Corso SC: Fondamenti di Finanza per non specialisti

    Il Corso si pone l'obiettivo di mettere i partecipanti nella condizione di conoscere le logiche dei processi economico-finanziari per prendere decisioni ottimali e gestire efficacemente il business. Il Corso è praticamente adatto a chi, non avendo significative conoscenze economiche e finanziarie, vuole avere la visione completa dell'attività e della tecnico economica e finanziaria e interagire in maniera efficiente ed efficace con l'area finanza.

     

    Brochure FINANZA 18.02.2015

     

    Scheda Iscrizione FINANZA 18.02.2015

  2. Corso SC: Leadership professionale e autorevolezza

    Il Corso consentirà ai partecipanti di apprendere, attraverso tests ed esercitazioni, a riconoscere il proprio approccio nelle situazioni di leadership, a valutare gli effetti dei diversi stili di gestione delle persone e del gruppo, a identificare lo stile più adatto alle varie situazioni ed a modulare la comunicazione in funzione delle diverse circostanze.

     

    Brochure LEADERSHIP 25.02.2015

     

    Scheda Iscrizione LEADERSHIP 25.02.2015

> Visualizza il calendario
Torna a Web Magazine

Dai delfini nuove ricerche contro il diabete

23 feb 2010

Notizie positive per la ricerca sul diabete: il modello migliore "non umano" è il delfino. Ad affermarlo sono stati i ricercatori dell'American association for the advancement che hanno scoperto come la chimica del sangue di questi mammiferi marini sia "incredibilmente simile" a quella associata al diabete negli esseri umani.
 
Nessun primate e topo quindi, ma per la prima volta, viene considerato il delfino come miglior modello per studiare il diabete di tipo 2, una patologia molto comune che interferisce con la capacità dell'organismo di usare in maniera propria lo zucchero e l'insulina.

I ricercatori, secondo un articolo pubblicato su Science, hanno scoperto che la chimica sanguigna dei delfini dopo il digiuno somiglia molto a quella delle persone affette dalla malattia: in particolare alti livelli di glucosio e di altre molecole, comprese gli enzimi gamma glutamyl transpeptidase.
Le analisi svolte hanno evidenziato inoltre che alcuni delfini hanno riscontrato problemi associati al diabete di tipo 2, come eccesso di ferro, alti livelli di trigliceridi, resistenza all'insulina e bassi livelli di citrato nelle urine. Pertanto i ricercatori affermano che questi mammiferi, "comportandosi"come gli esseri umani, sono i "modelli più realistici per studiare il diabete", la loro condizione risulta infatti più simile a quella degli umani rispetto ad altri animali utilizzati normalmente per le ricerche, come ratti, gatti, maiali o primati.
Tale scoperta inoltre apre le porte ad un nuovo approccio di ricerca: scoprendo il modo in cui i delfini"attivano e disattivano" il loro stato di diabete (a digiuno o meno) si potrebbe, affermano i ricercatori, rivelare indizi
utili alla prevenzione della patologia negli uomini.

Periodico on line di Federchimica, Federazione Nazionale dell'Industria Chimica
registrazione del Tribunale di Milano n. 243 del 17/04/08
Direttore: Claudio Benedetti
Editore: Federchimica
Sede Redazione: Via Giovanni Da Procida, 11 20149 Milano