Chimica & oltre. Webmagazine di FEDERCHIMICA

LE SEZIONILE SEZIONI

IN AGENDA

  1. Presentazione Progetto europeo "IN REACH"

    Evento di presentazione del Progetto europeo "LIFE 13 ENV/IT/00849 inREACh: protecting health and environment by streamlining REACH compliance check at European Economic Area import stage", con la partecipazione di esperti e referenti di soggetti Pubblici ed Associazioni di Settore.

    Parte pubblica

    09:30 Apertura lavori
    09:40 Introduzione al progetto
    10:20 Il quadro nazionale
    11:20 Q&A
    11:40 La Supply Chain, i controlli, le Critical Issues
    12:20 Il punto di vista delle imprese e dei consumatori
    13:00 Q&A

    13:15 light lunch + networking

    Parte Privata

    14:30 - 16:00 Tavola Rotonda: 25 “Critical Issues impacting REACH Regulation implementation” 5 per ognuna delle tematiche:
    1. Normativa (Regionale, Nazionale, Europea, Mondiale)
    2. Procedure e tecnologie (Workflows, ICT, Web Services, Databases, Saas, legacy systems, etc.)
    3. Science (Definizione di Protocolli di Campionamento standardizzati per le analisi REACH)
    4. Trasporti e Logistica (Impatti di REACH/CLP sulla Supply Chain)
    5. Science-Politics integration (Capacity Building, Formazione e Training)
    16:00 - 16:15 Coffee Break
    16:15 Definizione della RoadMap per superare le 25 Critical Issues
    18:00 Conclusione lavori

    La partecipazione al convegno è soggetta alla disponibilità di posti. Le iscrizioni saranno accettate in ordine cronologico fino al raggiungimento dei posti disponibili per permettere all’organizzazione di gestire al meglio l’evento. Confema la tua adesione su www.inreachproject.eu

     

  2. 2° Conferenza Chimica Sostenibile

    La Conferenza sarà l'occasione per rilanciare, con il contributo di ospiti internazionali, la Piattaforma Tecnologica Nazionale per la Chimica Sostenibile "SusChem Italy".

    Verrà presentato inoltre la "3° Edizione dell’Annuario della Ricerca per la Chimica Sostenibile”, in cui sono descritte le attività di Ricerca & Sviluppo per la sostenibilità di alcune imprese associate. L’Annuario è stato creato per rispondere a eventuali richieste di Ministeri, e per comprendere quali attività di R&S le imprese associate pianificano, direttamente e in partnership con Istituzioni scientifiche, per migliorare la propria sostenibilità in Italia.

    La Conferenza desidera creare spunti di riflessione per collaborazioni, anche col mondo della ricerca pubblica, per progetti congiunti rivolti alla sostenibilità.

    Scarica il Programma

  3. The 21st International Workshop of T.A.C.E.C. Programme

    The Critical Raw Materials

    European Union is dedicating deep analysis and is adopting public policy to manage of the issues of the Critical Raw Materials and it is supplying the innovation to generate business opportunities. In particularly, the “Rare Earths” (REE) are subjected to decisions from non EU Countries and threatened on the long term supply. So that Federchimica too is committed to study the 40 Critical Raw Materials markets and to support the Chemical Companies on how to negotiate, to refine, to use, to substitute them. To remember how the Rare Earths are important for the Manufacturing Industries in Italy, the main applications are:
    Energy (engines of wind turbine; batteries and light sources; magnetic refrigeration; oil cracking catalysts),
    Transport (catalytic converters; hybrid vehicles; air engines),
    High-tech-Nanotechnology (Magnets; LCD panel displays; MP3 players; Lasers; glasses; ceramics),
    Agriculture  (feed additives). 

     "VISUALIZZA PROGRAMMA"

  4. Orientagiovani - Viaggio nel magico mondo della chimica

    Giornata destinata alle classi terze delle Scuole Secondarie di primo Grado, per approfondire, scoprire e comprendere, in modo divertente e coinvolgente, che cos’è davvero la chimica e che ruolo gioca per la qualità della vita.

    L'incontro si svolgerà dalle 10.00 alle 12.00. 

    Le iscrizioni delle Scuole saranno accolte in ordine di arrivo, compatibilmente con le esigenze organizzative delle manifestazioni (capienza massima delle sale, eventi a “numero chiuso” etc.).

    Per il pieno successo degli incontri si raccomanda alle Scuole la massima cura nella selezione della propria delegazione studentesca (massimo 50 studenti), sia al punto di vista dell’interesse degli studenti per i temi orientativi trattati (si raccomanda, al riguardo, la composizione di delegazioni inter-classe), sia per quanto riguarda i necessari aspetti di disciplina e buona condotta. E’ raccomandata la massima puntualità.

    POSTI ESAURITI

     

> Visualizza il calendario
Torna a Web Magazine

Dai delfini nuove ricerche contro il diabete

23 feb 2010

Notizie positive per la ricerca sul diabete: il modello migliore "non umano" è il delfino. Ad affermarlo sono stati i ricercatori dell'American association for the advancement che hanno scoperto come la chimica del sangue di questi mammiferi marini sia "incredibilmente simile" a quella associata al diabete negli esseri umani.
 
Nessun primate e topo quindi, ma per la prima volta, viene considerato il delfino come miglior modello per studiare il diabete di tipo 2, una patologia molto comune che interferisce con la capacità dell'organismo di usare in maniera propria lo zucchero e l'insulina.

I ricercatori, secondo un articolo pubblicato su Science, hanno scoperto che la chimica sanguigna dei delfini dopo il digiuno somiglia molto a quella delle persone affette dalla malattia: in particolare alti livelli di glucosio e di altre molecole, comprese gli enzimi gamma glutamyl transpeptidase.
Le analisi svolte hanno evidenziato inoltre che alcuni delfini hanno riscontrato problemi associati al diabete di tipo 2, come eccesso di ferro, alti livelli di trigliceridi, resistenza all'insulina e bassi livelli di citrato nelle urine. Pertanto i ricercatori affermano che questi mammiferi, "comportandosi"come gli esseri umani, sono i "modelli più realistici per studiare il diabete", la loro condizione risulta infatti più simile a quella degli umani rispetto ad altri animali utilizzati normalmente per le ricerche, come ratti, gatti, maiali o primati.
Tale scoperta inoltre apre le porte ad un nuovo approccio di ricerca: scoprendo il modo in cui i delfini"attivano e disattivano" il loro stato di diabete (a digiuno o meno) si potrebbe, affermano i ricercatori, rivelare indizi
utili alla prevenzione della patologia negli uomini.

Periodico on line di Federchimica, Federazione Nazionale dell'Industria Chimica
registrazione del Tribunale di Milano n. 243 del 17/04/08
Direttore: Claudio Benedetti
Editore: Federchimica
Sede Redazione: Via Giovanni Da Procida, 11 20149 Milano